Le nostre regole di viaggio

+

Carta della mobilità

La carta della mobilità contiene tutte le regole che i viaggiatori e Perrone s.r.l. devono seguire. Informazioni su rimborsi, ritrovamento oggetti smarriti, etc. Scaricala ora

Scaria la carta

Trasporto bagagli

Ciascun viaggiatore ha diritto di portare con sè, gratuitamente, un solo collo di bagaglio non superiore a 10 kg. e di dimensioni non superiori a cm. 50 X 30 X 25; E' consentito, nei limiti della disponibilità di spazi sugli autobus, il trasporto di colli aventi peso e dimensioni superiori, secondo il caso, il costo del biglietto sarà rapportato di 10 Kg. in 10Kg. relativamente al peso e di 1 in 1 relativamente alle dimensioni; Il biglietto minimo da emettere per ciascun collo è di € 1,20;

Trasporto pacchi, buste e documenti - oggetti al seguito dei viaggiatori

Anche al fine di rispettare la normativa fiscale sui documenti di trasporto, saranno emessi biglietti, applicando la tariffa dei bagagli, per tutte le cose (pacchi, buste, documenti ed oggetti vari) trasportate a bordo degli autobus non al seguito dei viaggiatori

Trasporto di animali al seguito del viaggiatore

E' consentito il trasporto di piccoli animali (soprattutto cani e gatti) al seguito dei viaggiatori sugli autobus adibiti a trasporto pubblico locale; Ogni viaggiatore può portare con se un solo animale, con un massimo di quattro animali per autobus; Il trasporto è consentito solo se gli animali non arrechino disagio agli altri viaggiatori, se gli animali dovessero arrecare disagio dopo la salita e/o durante il viaggio devono abbandonare l'autobus alla prima fermata senza rimborso del biglietto; Il trasporto degli animali può essere vietato in caso di affollamento dell'autobus; Il costo del biglietto dell'animale è uguale alla stessa tariffa del viaggiatore (senza eventuali agevolazioni applicate al viaggiatore); Il viaggiatore deve essere informato che lo stesso risponde di eventuali danni provocati dal suo animale agli altri viaggiatori, all'autista ed all'autobus, con ciò esonerando l'azienda da ogni responsabilità; L'autista deve prontamente informare la direzione aziendale in caso di problemi in merito.

Trasporto cani guida dei ciechi

Il trasporto dei cani guida dei ciechi, non rientra nel regolamento aziendale sul trasporto di animali a seguito dei viaggiatori. Tali cani devono essere trasportati sempre e gratuitamente previa esibizione della relativa documentazione e nel dovuto rispetto delle condizioni igeniche.

Agevolazioni tariffarie

Ai senti dell'art. 4 ter della L.R. 2 maggio 2001 n.7 hanno diritto ad usufruire delle tessere di libera circolazione, limitatamente ad una sola tratta di viaggio o per l'intera area urbana, le seguenti categorie di cittadini: i cavalieri di Vittorio Veneto; gli invalidi di guerra, gli invalidi per servizio e gli invalidi civili di guerra, dalla 1° alla 5° categoria, ed i loro accompagnatori, se previsti dalla legge; i ciechi civili con cecità assoluta o con un residuo visivo non superiore ad un decimo in entrambi gli occhi con eventuale correzione ed i loro accompagnatori, se previsti dalla legge; gli invalidi del lavoro, ai quali sia stata accertata una riduzione della capacità lavorativa superiore ai due terzi; gli invalidi civili che sono pensionati ai sensi della legge 30 marzo 1971, n.118 e successive modificazioni ed integrazioni, e gli invalidi civili titolari di indennità di accompagnamento di cui alla legge 11 febbraio 1980, n.18 e successive modificazioni ed integrazioni, ed i loro accompagnatori, se previsti dalla legge; i sordomuti che siano pensionati ai sensi della legge 26 maggio 1970, n.381 e successive modificazioni ed integrazioni; Ai fini del rilascio delle tessere di libera circolazione sugli autoservizi di linea regionale, la documentazione necessaria deve essere inoltrata al competente Assessorato regionale ai trasporti per il tramite delle associazioni delle categorie interessate, già enti di diritto pubblico, che ne hanno, per legge, la rappresentanza e la tutela.

Tessere di libera circolazione

Ai sensi del 5° comma dell'art. 22 della L.R. 7 agosto 1999 n.23 è riconosciuto il diritto di libera circolazione a favore di tutti gli appartenenti alla Polizia di Stato, all'Arma dei Carabienieri, al Corpo Forestale dello Stato, al Corpo della Guardia di Finanza, agli Agenti di Polizia Penitenziaria, purchè in divisa e solo in servizio di pubblica sicurezza (quest'ultima circostanza deve essere dimostrata con idonea documentazione), nonchè a favore dei titolari di tessere di servizio rilasciate dalla Direzione Generale della M.C.T. del Ministero dei Trasporti e della Navigazione.

>